KLIKKA IL BANNER PER PASSARE AL VIDEO

* Nome: Agostino
* Eta:31
* Citta:Montecatini Terme
* Non mi piace:Doppie facce
* Mi piace:Libertà
* Film:Horror
* Libro:La Favola di Cristo
* Colore:Nero
* Frase:Meglio primi all'inferno che secondi in paradiso




Movimento Anarchico Volontario Antiautoritario Felizzanese Fottutamente Antipatico Noncurante Comunitario Umanitario Liberal Pacifista

BLOG NEWS per il "TIBET LIBERO!"














Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001. Alcune delle immagini pubblicate sono tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, comunicatelo che provvedero' alla loro pronta rimozione. La riproduzione degli articoli è libera purché non sia modificato l'originale e se ne citi sempre la fonte. Art. 21 della Costituzione Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure".




















www.e-referrer.com
online
preferiti

Best american blogs - Blog for USA!


05 novembre, 2008

LA PENOSA LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA SPIRITUALE ( Parte 1 )

Un prezioso commentario di Fr. Thomas Doyle
da Catholica Australia
Testo reperito da Patrizia Vita tradotto da Stefania Salomone.



Su questa pagina oggi pubblico una sintesi di quello che potremmo definire il più duro commento mai pubblicato su Catholica. E' tratto da un discorso di Fr. Tom Doyle tenuto al raduno annuale di SNAP (Survivors Network of those Abused by Priests) di Chicago lo scorso 13 luglio 2008. Lo scritto risulterà di particolare interesse per i lettori di Catholica Australia per due ragioni: primo, è una delle dissertazioni più esaustive che possiate mai trovare riguardo ai passi necessari
per aiutare le vittime degli abusi.
Cio' che Fr. Doyle rivela può rappresentare la fonte di riflessione per chiunque stia subendo gli effetti degli abusi così come per coloro che vorrebbero dare il loro supporto alle vittime. Secondo, la fondamentale discussione sulla natura del presbiterato e della chiesa che Doyle instaura, suggerisce una sana meditazione che si sposa bene con il tema che
stiamo affrontando in questo periodo sullo stesso presbiterato. Mentre Doyle colloca questi temi nel contesto negativo degli eventi, se visti in luce positiva, essi possono certamente sviluppare una discussione su un presbiterato più efficace e più vicino alle esigenze del mondo di oggi.
Il rapporto completo in .pdf si trova su questo link
www.catholica.com.au/gc2/td/pdf/SurvivalOfTheSpirit_Doyle.pdf



Dalla Prefazione

Sono cattolico da tutta la vita. Fui ordinato prete nel 1970 e a quel tempo, come per molti anni a seguire, ho accettato senza discussioni la dottrina e la legge della chiesa cattolica sotto tutti i punti di vista. Appoggiavo in particolare i dettami sul papa i vescovi e i preti. Credevo che la chiesa fosse
la necessaria risposta a un Dio che sapeva in ogni momento cosa facevo, che rispondeva alle mie preghiere, si preoccupava del comportamento umano ed era contrariato dal peccato e dai peccatori.
Questo Dio suscitava amore e paura ed eravamo sicuri che comunicasse il suo volere attraverso dei mediatori speciali come i papi e i vescovi.
Credevo anche che i paramenti, i rituali, le abitudini, le regole e le tradizioni avessero un ruolo essenziale nella comunità di Dio sulla terra. Credevo che i preti e i vescovi fossero realmente "diversi" e possedessero speciali poteri conferiti da Dio attraverso l'ordinazione. Credevo fermamente che questa fosse l'unica strada verso Dio e la sola vera chiesa.



Non solo un trauma emotivo e psicologico, ma anche spirituale.

Coloro che hanno subito abusi sessuali da parte del clero cattolico o da religiosi hanno vissuto un trauma spirituale oltre che emotivo e psicologico. L'impatto sull'anima è spesso nascosto e diviene più doloroso e persistente col passare del tempo. Molte vittime hanno rivelato che questo dolore spirituale è stato peggiore di quello sul piano emotivo. E' certo che l'abuso spirituale non si limiti
alla vittima, ma a tutti coloro che vi sono coinvolti. Genitori, coniugi e fratelli sono ovviamente coinvolti, ma questo coinvolgimento si allarga a tutti quelli che sono affettivamente legati alle vittime.
Il danno spirituale ha spesso riguardato anche gli avvocati, gli esperti, i rappresentanti dei media che in qualche modo hanno operato intorno agli abusi sessuali del clero. Ciò che hanno visto
e sentito è stato un grande scossone al sistema religioso e spirituale.
I miei commenti si basano sulla mia esperienza personale in ventiquattro anni di attività a contatto con le vittime degli abusi sessuali del clero.
In questi anni ho incontrato i familiari delle vittime e ho raccolto il loro dolore che ha ferito la mia anima. Infine, ho illustrato la mia lunga esperienza nel recupero di una vita spirituale. Catholic
Clergy Sexual


Abuso: il contesto storico-sociale - un problema vecchio di secoli .


L'abuso sessuale su minori o su soggetti vulnerabili perpetuato dal clero cattolico ha rappresentato un aspetto vergognoso della cultura clericale cattolica per secoli. Le rivelazioni iniziate negli Stati Uniti nel 1984 hanno assistito ad un crescendo fino agli articoli del Boston Globe del 2002, pur senza dipingere una realtà del tutto nuova. Piuttosto, quel che già esisteva sotto la superficie da
secoli, è semplicemente venuto alla luce.
L'aspetto più cupo del celibato obbligatorio è culminato nelle molestie sessuali sui minori, gli adolescenti, uomini e donne adulti. Il primo documento ufficiale al riguardo lo ritroviamo nei canoni del Sinodo di Elvira del IV secolo. Troviamo infatti il primo di una serie di normative disiplinari emesse dalla chiesa in risposta alle violazioni del celibato. Sebbene ci fosse ampia
evidenza che i chierici erano coinvolti in relazioni sessuali con donne, ragazze o bambine, le norme si rivolgevano prevalentemente a coloro che facevano sesso con ragazzi maschi.

Le autorità ecclesiastiche non hanno ignorato gli abusi sessuali nei secoli. Al contrario c'è stata una serie di editti, interventi e ammonizioni a partire dal IV secolo fino ad oggi. La legislazione ecclesiastica proibiva ogni contatto sessuale tra il clero e i minori e, in molti casi,
prevedeva pene sostanziali e dure per i trasgressori. [1] Quando la legislazione della chiesa fu codificata per la prima volta nel 1917, fu inserito un canone che stabiliva che qualunque contatto sessuali tra un chierico e un minore di entrambi i sessi fosse da ritenersi un crimine. [2] Le pene prescritte includono le dimissioni o l'allontanamento, così come si usa dire.
Lo scandalo dei nostri giorni si è focalizzato su due aspetti fondamentali dell'abuso sessuale del clero: gli atti sessuali deviati perpetuati da chierici con evidenti disfunzioni e la politica di copertura
attuata dagli ufficiali ecclesiastici. Le critiche alla gerarchia per la sua disastrosa reazione sono molto dure. Esiste una chiara evidenza anche nei secoli passati dell'importanza del ruolo dei superiori che spesso sono stati complici dei preti accusati e quindi corresponsabili del crimine.
Pietro Damiano accusò i superiori che facevano finta di non vedere [3] e due concili ecumenici, il Laterano IV (1215) e il Concilio di Basilea (1449) imposero pene ai superiori che si mostravanotolleranti verso i chierici che violavano la promessa di celibato [4]...

Etichette: , ,

Links to this post:

<\$BlogItemBacklinkCreate\$>

Comments on "LA PENOSA LOTTA PER LA SOPRAVVIVENZA SPIRITUALE ( Parte 1 )"

 

post a comment

<body><script type="text/javascript"> function setAttributeOnload(object, attribute, val) { if(window.addEventListener) { window.addEventListener('load', function(){ object[attribute] = val; }, false); } else { window.attachEvent('onload', function(){ object[attribute] = val; }); } } </script> <div id="navbar-iframe-container"></div> <script type="text/javascript" src="https://apis.google.com/js/plusone.js"></script> <script type="text/javascript"> gapi.load("gapi.iframes:gapi.iframes.style.bubble", function() { if (gapi.iframes && gapi.iframes.getContext) { gapi.iframes.getContext().openChild({ url: 'https://www.blogger.com/navbar.g?targetBlogID\x3d37858409\x26blogName\x3dBLOG+NEWS\x26publishMode\x3dPUBLISH_MODE_BLOGSPOT\x26navbarType\x3dLIGHT\x26layoutType\x3dCLASSIC\x26searchRoot\x3dhttp://newsfuturama.blogspot.com/search\x26blogLocale\x3dit_IT\x26v\x3d2\x26homepageUrl\x3dhttp://newsfuturama.blogspot.com/\x26vt\x3d-1787087614375974081', where: document.getElementById("navbar-iframe-container"), id: "navbar-iframe" }); } }); </script><!-- --><div id="b-navbar"><a href="http://www.blogger.com/" id="b-logo" title="Go to Blogger.com"><img src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/logobar.gif" alt="Blogger" width="80" height="24" /></a>=form id="b-search" action="http://www.google.com/search"><div id="b-more"><a href="http://www.blogger.com/" id="b-getorpost"><img src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/btn_getblog.gif" alt="Get your own blog" width="112" height="15" /></a><a href="http://www.blogger.com/redirect/next_blog.pyra?navBar=true" id="b-next"><img src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/btn_nextblog.gif" alt="Next blog" width="72" height="15" /></a></div><div id="b-this"><input type="text" id="b-query" name="q"><input type="hidden" name="ie" value="UTF-8"><input type="hidden" name="sitesearch" value="largadoemguarapari.blogspot.com"><input type="image" src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/btn_search.gif" alt="Search" value="Search" id="b-searchbtn" title="Search this blog with Google"><a href="javascript:BlogThis();" id="b-blogthis">BlogThis!</a></div></form></div><script type="text/javascript"><!-- function BlogThis() {Q='';x=document;y=window;if(x.selection) {Q=x.selection.createRange().text;} else if (y.getSelection) { Q=y.getSelection();} else if (x.getSelection) { Q=x.getSelection();}popw = y.open('http://www.blogger.com/blog_this.pyra?t=' + escape(Q) + '&u=' + escape(location.href) + '&amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;n=' + escape(document.title),'bloggerForm','scrollbars=no,width=475,height=300,top=175,left=75,status=yes,resizable=yes');void(0);} --></script><div id="space-for-ie"></div><!-- --><div id="b-navbar"><a href="http://www.blogger.com/" id="b-logo" title="Go to Blogger.com"><img src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/logobar.gif" alt="Blogger" width="80" height="24" /></a><form id="b-search" action="http://www.google.com/search"><div id="b-more"><a href="http://www.blogger.com/" id="b-getorpost"><img src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/btn_getblog.gif" alt="Get your own blog" width="112" height="15" /></a><a href="http://www.blogger.com/redirect/next_blog.pyra?navBar=true" id="b-next"><img src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/btn_nextblog.gif" alt="Next blog" width="72" height="15" /></a></div><div id="b-this"><input type="text" id="b-query" name="q"><input type="hidden" name="sitesearch" value="largadoemguarapari.blogspot.com"><input type="image" src="http://www.blogger.com/img/navbar/1/btn_search.gif" alt="Search" value="Search" id="b-searchbtn" title="Search this blog with Google"><a href="javascript:BlogThis();" id="b-blogthis">BlogThis!</a></div></form></div><script type="text/javascript"><!-- function BlogThis() {Q='';x=document;y=window;if(x.selection) {Q=x.selection.createRange().text;} else if (y.getSelection) { Q=y.getSelection();} else if (x.getSelection) { Q=x.getSelection();}popw = y.open('http://www.blogger.com/blog_this.pyra?t=' + escape(Q) + '&u=' + escape(location.href) + '&amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;amp;n=' + escape(document.title),'bloggerForm','scrollbars=no,width=475,height=300,top=175,left=75,status=yes,resizable=yes');void(0);} --></script><div id="space-for-ie"></div>